DEMANIO IDRICO

Il rilascio delle Concessioni relative a istanze per la realizzazione di opere sui beni del demanio idrico regionale è disciplinato dalla normativa di seguito richiamata e scaricabile sul sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia:
LRFVG n. 17/2009
LRFVG n. 23/2021
Dpreg n. 0180/Pres. dd. 29.07.2010
Dpreg n. 0068/Pres. dd. 14.04.2014
Dpreg n. 0181/Pres. dd. 09.8.2017
Con l’articolo 11, comma 3, della LRFVG n. 23/2021 è stata conferita a questa  Comunità di Montagna la funzione in materia di rilascio di concessioni relative a istanze per la realizzazione di opere sui beni del demanio idrico regionale presentate da soggetti privati a decorrere dal 01.01.2022 e ricadenti nell’ambito territoriale di competenza.
A decorre quindi dal 01/01/2022 questa Comunità attiva  i procedimenti per il ricevimento delle istanze, il rilascio delle concessioni nonché l’introito dei canoni di concessione.
Rimangono  escluse dalla sfera di gestione di questa Comunità le concessioni di derivazione d'acqua ed estrazione di materiale litoide, come previsto dall'articolo 1, comma 2, che, data la loro particolare valenza “idraulica”, trovano posto in altre norme regionali, in particolare al momento nelle legge regionale 11/2015.

LE CONCESSIONI DI BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE POSSONO RIGUARDARE:
- la realizzazione di opere di pubblica utilità quali acquedotti, fognature ecc., rilasciate a favore di Comuni, Province, Amministrazioni statali, Comunità montane, Consorzi di Bonifica e A.A.T.O. (Autorità di Ambito Territoriale Ottimale);
- la realizzazione di interventi di recupero ambientale e di messa in sicurezza dei corsi d'acqua, per la realizzazione di riserve naturali e per l'utilizzo a fini ambientali, sociali o ricreativi, rilasciate a favore di Comuni, Province, Amministrazioni statali, Comunità montane e Consorzi di Bonifica;
- la realizzazione di opere finalizzate all'erogazione di pubblici servizi, quali elettrodotti, metanodotti, oleodotti, linee di telefonia, rilasciate a favore di soggetti privati;
- la realizzazione di opere a fini esclusivamente privati, quali accessi con ponticelli, tombinature ecc.;
- l’utilizzo a fini agricoli in genere in aree non golenali;

 

MODULISTICA

 

CONCESSIONE PER LA REALIZZAZIONE E UTILIZZO DI NUOVE OPERE PUBBLICHE, DI PUBBLICA UTILITA’ O DESTINATE ALL’EROGAZIONE DI PUBBLICI SERVIZI E DI NUOVE OPERE DESTINATE A FINI ESCLUSIVAMENTE PRIVATI, NON SUSCETTIBILI DI DESTINAZIONE ECONOMICA- COMMERCIALE, PRODUTTIVA O TURISTICA, SU BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NAVIGABILE, LR 17-2009, ARTICOLO 10, COMMA 1

 

CONCESSIONE PER LA REALIZZAZIONE E L’UTILIZZO DI OPERE DI RILEVANZA EDILIZIA DESTINATE A FINALITA’ ECONOMICO-COMMERCIALI, PRODUTTIVE O TURISTICHE SU BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NAVIGABILE, LR 17/2009, ARTICOLO 10, COMMA 2

 

CONCESSIONE PER L’UTILIZZO CON MANTENIMENTO O REALIZZAZIONE DI OPERE A RILEVANZA EDILIZIA SU BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NAVIGABILE, LR 17/2009, ARTICOLO 10, COMMI  2 e 3

 

CONCESSIONE PER L’UTILIZZO DI BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NAVIGABILE SENZA REALIZZAZIONE DI OPERE, LR 17/2009 ARTICOLO 10, COMMA 3

 

CONCESSIONE PER LA REALIZZAZIONE E UTILIZZO DI OPERE DI RILEVANZA EDILIZIA SU BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NON NAVIGABILE, LR 17/2009 ARTICOLO 10, COMMI 1 e 2

 

CONCESSIONE PER L’UTILIZZO DI BENI DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE NON NAVIGABILE SENZA REALIZZAZIONE DI OPERE, LR 17/2009 ARTICOLO 10, COMMA 3.